menu Il mio carrello
0 articoli - € 0,00
Il tuo carrello è vuoto

Ambassador - Mattia Vettorello (Italy)

Mi chiamo Mattia Vettorello e sono nato a Conegliano nel 1990.
​​​​​​​
Ho frequentato le scuole superiori a Oderzo all’Istituto Superiore Brandolini Rota.

Successivamente sono andato in Australia alla ricerca di nuovi stimoli e per allargare i miei orizzonti. Sono ritornato con nuove idee e nuove ambizioni che mi spinsero a laurearmi col voto di 110 e lode nel Novembre del 2013 alla facoltà di disegno industriale nell’Università dellaRepubblica di San Marino.

Nel Novembre 2014 ho deciso di dare vita al progetto Frostscape che ambisce a trattare di natura, popoli e cultura in maniera innovativa. Sentivo il bisogno di viaggiare e spingermi oltre i limiti.

Matt Robertson (USA)

Matt Robertson arrampica dal 1992 e ogni volta ha quella "scossa" che ha ricevuto la primissima volta che ha provato.
Sempre impegnato ad arrampicare in alcuni dei più scenografici spot del pianeta, condividendo le sue avventure grazie al suo lavoro di guida alpina e di arrampicata sullo Yosemite e a Taiwan. Matt si trasferì a Taiwan nel 2002 dopo aver letto di alcune pareti a strapiombo sul mare sulla parte a nord est dell'isola. 
Nel 2006 ha pubblicato la prima guida alle pareti dell'area, intitolata Long Dong Trad Climbs.

Nejc Marcic (Slovenia)

"Sono nato nel 1985 in Slovenia , e risiedo a Bled , una piccola cittadina ai margini delle Alpi Giulie . Pur avendo grandi montagne praticamente fuori dalla porta di casa, ho scoperto la mia passione per l'arrampicata piuttosto tardi, all'età di 20 anni. Ho cominciato questa attività visitando e raggiungendo sentieri e rifugi di montagna da 8 anni e per fortuna, trovato la mia pace nel "mondo verticale". La mia carriera di alpinista mi ha portato dalla Slovenia, in Francia, Bolivia, Perù, Patagonia, Yosemite ed infine al Karakorum ed Himalaya. La mia prima spedizione sull'Himalaya è avvenuta nel 2011 in Pakistan, durante la quale ho aperto una nuova via sul K7 ovest insieme a dei compagni.
La mia collaborazione con Zamberlan è molto importante per testare e migliorare il mio equipaggiamento che è fondamentale per le mie attività di alpinista e pertanto sono molto felice di far parte del loro team."

Francesco Salvaterra (Italy)

Alpinista dal 2010 ha affrontato diverse vie tra le quali in PATAGONIA il Fitz Roy , diverse vette delle DOLOMITI, nelle ALPI ORIENTALI il Freney, il comprensorio dell’ADAMELLO, diverse vie sul GHIACCIO come Zauberflote- Vallunga 200m M9/6.

Simone La Terra (Italy)

Simone La Terra, classe '81, ha scalato 5 vette di 8000 metri e organizzato personalmente 13 spedizioni tra Himalaya e Karakorum, raggiungendo anche la cima nord del Nanga Parbat nel 2010 e l' antecima del Dhaulagiri il 22 maggio 2013. 
Da un anno Ambassador Zamberlan, si appresta a partire per il Nanga Parbat, questa volta alla ricerca della cima principale.
Con lui gli scarponi Everest 8000 "Caldi, confortevoli, grazie alla scarpetta seamless, leggeri e precisi, perfetti per la parete Diamir del Nanga Parbat".

Matthew Moniz (USA)

Matthew Moniz è uno dei più giovani e promettenti alpinisti americani avendo scalato, all’età di 12 anni, tutte le cime più alte degli Stati Uniti. Matt è stato nominato dal National Geografic “Ultimate Adventurers” 2010. 
Sono state la spedizione al Campo Base dell? Everest a 5.240 metri a e la cima del Kala Patar a 5.640 metri nell’Aprile 2007 all’età di 9 anni a far nascere in Matt l’entusiasmo per l’alpinismo di alta quota.
Lo scopo di Matt ora è scalare le 7 più alte vette di ciascun continente e ha stabilito il record del mondo divenendo il più giovane alpinista a conquistare la vetta del Cerro Aconcagua, la più alta delle Americhe. Recentemente Matt ha completato un altro record la scalata in velocità delle 50 più alte vette degli Stati Uniti. Matt dal 2009 ha scelto le calzature Zamberlan® per tutte le sue spedizioni.

Aleksandar Mataruga (Croatia)

Ice Climber.
"Gli scarponi da Ice Climbing Zamberlan® sono perfetti per me!
Con le 2000 Ice Tech di Zamberlan® ho partecipato al campionato mondiale di Ice Climbing. Un prodotto fantastico! Non mi sono mai sentito così a mio agio in un paio di scarponi. Il loro supporto è stato fantastico... soprattutto durante la gara!".

Maksut Zhumayev (Kazakhstan)

Giovanissimo alpinista kazako che ha completato tutti gli ottomila (14) a trent'anni. 
Nato nel 1977 in Kazakistan, assieme al compagno di avventura Vassily Pivtsov ha completato tutti i 14 ottomila del globo, imponendosi come uno dei più forti scalatori del mondo. Vincitore di numerosi campionati nazionali kazaki e internazionali.

Vassily Pivtsov (Kazakhstan)

Uno degli alpinisti emergenti, con il compagno Maksut Zhumayev ha completato tutti gli ottomila della Terra (14). 
Nato in Kazakistan nel 1975, Vassily ha conquistato numerose competizioni in ambito nazionale e internazionale, per poi consacrarsi raggiungendo, con il compagno di spedizione Maksut Zhumayev, la vetta di tutte e quattordici montagne sopra gli 8000 metri, imponendolo come uno degli alpinisti più forti a livello mondiale.

Manuel Birabent (Spain)

Manuel Birabent è una guida AAGM. 
Ha girato estensivamente la Patagonia, dove risiede per parte dell'anno.
Appassionato di montagna, si distingue particolarmente nell'arrampicata sportiva.
Ha scalato e aperto vie dalla difficoltà estrema non solo in El Chaltén, ma pure a Bariloche e in Spagna. 
La sua passione per il viaggio lo ha portato a scalare in posti lontani come Thailandia e Grecia.

Marek Raganowicz "Regan" (Poland)

"Naturalmente, arrampico, e arrampicare è importante per me. Mi piace anche viaggiare, scrivere, fotografare e raccontare storie. 
Mi piace pensare di essere all'inizio di queste avventure, anche se ho già scalato molte pareti e montagne. 
Arrampicare mi affascina: l'intensità dell'esperienza, la natura varia che ci circonda in montagna, le sfide, la solitudine, l'amicizia, e il modo in cui le persone possono essere sopraffatte dalla loro passione per la montagna e l'arrampicata. 
Potrei dire di più, ma ogni tanto è meglio lasciare le cose non spiegate... Sappiamo solo la metà della verità, e la maggior parte delle cose e delle persone rimane inspiegabile, sconosciuta... "
Ultima impresa: nuova via sulla Great Trango Tower (2013).

Hiraide Kazuya (Japan)

Hiraide Kazuya è un alpinista e scalatore giapponese. 
Nel 2009, è stato protagonista nello sci alpinismo in Asia con risultati di rilievo: 1°, Asian Championship, staffetta (team misto) con Mase Chigaya, Sato Yoshiyuki e Suzuki Keiichiro 4°, Asian Championship, individuale 5°, Asian Championship, vertical race. 
Hiraide ha scalato numerosi seimila, settemila e ottomila durante gli anni 2000. 
Nel 2008 è stato insignito del prestigioso Piolet d'Or, con Kei Taniguchi, per la prima ascesa della parete sud ovest del Kamet (7756m, India) in modalità alpinistica.

Silvestro e Tomas Franchini (Italy)

Nati nel 1987 e 1989, i due fratelli Silvestro e Tomas Franchini, maestri di sci di Madonna di Campiglio nonché aspiranti guide alpina (team WildClimb) hanno aperto il 19/05/12 una nuova via sulla Nord della Cima Busazza. Il 13/03/2012 Silvestro Franchini e Tomas Franchini hanno aperto Via Fratelli e Cortelli, nuova via di ghiaccio sulla Cima Pietragrande, Dolomiti di Bren.

Rodrigo Fica (Chile)

Il prefetto mix di energia, passione ed elevato know how tecnico ha portato Zamberlan in Patagonia con il talento cileno Rodrigo Fica, uno dei più conosciuti arrampicatori in chile, primo a fare la traversata longitudinale del Campo di Ghiaccio Sud (Patagonia Cilena) e a tentare gli 8000 in solitaria. La qualità delle calzature Zamberlan fondamentali per questo tipo di spedizioni lo accompagnerà in tutte le escursioni che oggi sta affrontando in Spagna.
Una disciplina l’alpinismo in cui la determinazione e la competizione con se stessi sono valori in sintonia con la filosofia Zamberlan e che Rodrigo Fica condivide con entusiasmo nelle sue spedizioni. 
Per maggiori informazioni su Rodrigo Fica e aggiornamenti sulle sue spedizioni collegati al sito: www.aruficax.cl.

Annalisa Fioretti (Italy)

Nata nel 1977, vive a Carugate (MI), è un Medico-Chirurgo specialista in Malattie dell’Apparato Respiratorio. Nel 2003 ha lavorato come ricercatore in Nepal alla Piramide del CNR. Nel 2006 è stata ingaggiata come medico d'alta quota nella spedizione "High passion expedition" che mira alla scalata del Cho-Oyu (8201m). 
Nel 2011 viene invitata a partecipare alla scalata del Gasherbrum II (8035m) come alpinista. Nel 2012 viene invitata a partecipare alla scalata del K2 per la via Cesen. Nel 2013 partecipa come capo-spedizione alla scalata del Kangchenjunga (8586m).
Nel 2014 partecipa al tentativo di scalata del Lhotse (8516m) interrotta a causa della caduta di un seracco di dimensioni enormi, che uccide 25 persone.
Nel 2015 parteciperà alla spedizione sull'Everest.