Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00


Vai al carrello
0
Il mio carrello
0 prodotti - € 0,00

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00


Vai al carrello

La neve sta arrivando: pronti a camminare sulla neve e alle altre attività alternative allo sci?

In inverno la montagna si spoglia e offre una sua versione più intima. Oltre a sciare, sulla neve è possibile praticare anche altre attività come il trekking, le ciaspolate, oppure gite su slitte. Scopri alcuni utili consigli!

13/12/2018

L'inverno è arrivato, le temperature sono rigide e le vacanze natalizie invitano grandi e piccini a trascorrere un po' di tempo in famiglia e all'aria aperta dedicandosi a qualche attività dinamica e divertente.
La montagna è il luogo ideale per staccare la spina e godersi appieno qualche giorno di stop soprattutto quanto un manto bianco candido ricopre le vette e regala un'atmosfera magica.E' il paradiso degli sciatori, ma non solo: sulla neve è possibile passare giornate fantastiche praticando anche altre attività. Quali?

4 proposte per attività invernali come alternativa allo sci

Winterwanderwege
Parola tedesca che significa "trekking su sentieri invernali". Passeggiare sui sentieri battuti, in mezzo a paesaggi mozzafiato, può trasformare anche una semplice gita fuori porta in una giornata indimenticabile. Molto diffuso in Svizzera e Austria, il Winterwanderwege è apprezzato anche in Italia, soprattutto al Nord. In Alta Badia, in Trentino Alto Adige, sui sentieri della Grande Guerra in Carnia, nel Parco Nazionale dello Stelvio, nelle Dolomiti di Brenta e Bellunesi, in Valle d'Aosta: zone incantevoli che offrono la possibilità di camminare su sentieri innevati.

Ciaspolate
Le ormai famose "racchette da neve" anno dopo anno stanno conoscendo una sempre maggiore crescita: grazie a loro tutti, senza necessità di particolari abilità tecniche e sportive, possono camminare sulla neve e avvicinarsi alla montagna anche d'inverno. All'indomani di una nevicata notturna, oppure al chiaro di luna: con le ciaspole è possibile calpestare la neve fresca senza fare troppa fatica. Ad oggi i numeri parlano di un'attività che appassiona sempre più italiani, da Nord a Sud, dalle Alpi all'Etna, grazie al fatto che permette a tutti di godere della magia dell'inverno.



Slittino
Per i più avventurosi e per gli amanti della velocità sulla neve, lo slittino è la scelta migliore. Oggi in moltissimi comprensori sciistici sono state riservate delle piste apposite per chi scende la montagna seduto/a sullo slittino, raggiungibili in funivia. Ma per chi ama camminare spesso è possibile raggiungere il punto più alto della pista a piedi per poi buttarsi giù con lo slittino. Di legno, tradizionale e affascinante, o di plastica, più moderno e con sedute più basse, gli slittini si trovano facilmente anche a noleggio. Attenzione però: la velocità che si può raggiungere è alta ed è importantissimo tenere gli occhi ben aperti in pista. Uno scontro può provocare infortuni a sé stessi e agli altri. La guardia deve essere ancora più alta se ci sono tante persone oppure se il tracciato prevede un incontro con altre piste, magari da sci.

Sleddog
Per gli amanti dell'avventura, per i romantici o per i fan di Zanna Bianca o del film Balto, negli ultimi anni un'attività che va molto di moda è lo sleddog, ovvero le gite su slitte trainate da cani. Tanti i posti in cui è possibile praticarlo: da Ponte di Legno – Passo Tonale, dove c'è la Scuola Italiana Sleddog, alla Paganella, passando per Madonna di Campiglio, per l'Alpe Cimbra a Folgaria, per finire a Pila e La Thuile in Valle d'Aosta. In altre zone, come ad esempio l'Alpe di Siusi, è possibile esplorare le incantevoli montagne del circondario su una slitta trainata da cavalli.

​​​​​​​
 

Qual è l'attrezzatura giusta per camminare sulla neve?

Per praticare qualsiasi di queste attività è importante essere vestiti nel modo più adatto. In primis l'abbigliamento deve essere impermeabile: se si cade sulla neve passare una giornata bagnati, al freddo può essere davvero sgradevole. In particolare questo vale per i piedi: indossare degli scarponi da trekking impermeabili, (grazie alla membrana GORE-TEX) è fondamentale, visto che le calzature sono in costante contatto con il suolo e la neve. La seconda “regola” riguarda la tenuta del calore. Tutti sappiamo che in montagna le temperature si abbassano e, se si sale in alta quota, anche di parecchio. Per questo è fondamentale indossare intimo termico e sopra avere diversi strati da poter togliere, soprattutto per chi cammina e quindi probabilmente suderà durante l'attività. Altra buona abitudine è di portare sempre un cambio, sia per chi fa sforzo, che per chi va comodamente seduto su una slitta trainata: il pericolo di bagnarsi è sempre dietro l'angolo. A maggior ragione per chi opta per lo sleddog o lo slittino è d'obbligo indossare berretto, guanti e sciarpa per proteggersi dall'aria fredda tipica della montagna.

​​​​​​​

Alcuni consigli utili per camminare sulla neve

  • La sicurezza prima di tutto. Che tu sia solo o accompagnato da famiglia e amici, d'inverno bisogna sempre informarsi sul tracciato da percorrere. Soprattutto in alta montagna è importante documentarsi sulle condizioni dell'itinerario e del manto nevoso. In caso di neve fresca, ad esempio, è bene optare per le ciaspole. Allo stesso tempo è buona abitudine consultare il bollettino del rischio valanghe ed evitare escursioni solitarie: il soccorso da parte degli altri membri del gruppo può essere essenziale per la sopravvivenza, in caso di incidenti
  • Proteggere gli occhi. Dell'abbigliamento giusto per camminare o praticare altre attività sulla neve abbiamo già parlato, ma non abbiamo ancora accennato dell'importanza degli occhiali da sole in montagna. Sia in estate, ma soprattutto in inverno, è fondamentale portarli per proteggere gli occhi: il sole in quota è più forte e con la neve la sua luce diventa abbagliante. Il riverbero del sole, infatti, può essere davvero dannoso
  • Godersi lo spettacolo, con rispetto. D'inverno la montagna si mostra in una versione più intima e il contatto che si ha con la natura è tutto diverso, quasi privilegiato. La neve crea un effetto ovattato che dona calma e serenità. Respirare l'aria pulita e fresca, godersi il silenzio della roccia che sembra addormentata, è d'obbligo per chi frequenta la natura d'inverno. Si può osservare la maestosità delle vette circostanti, ma al tempo stesso bisogna ricordarsi di avere il massimo rispetto per la montagna: stare attenti a dove si mettono i piedi per non scivolare. La bellezza della neve può nascondere insidie come un dislivello o una piccola buca.