Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00


Vai al carrello
0
Il mio carrello
0 prodotti - € 0,00

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00


Vai al carrello

Come scegliere le scarpe da trekking giuste

La scelta delle scarpe da trekking è senza dubbio fondamentale per chi si prepara ad una escursione o ad un weekend in montagna. Scopri alcuni preziosi consigli su come scegliere la scarpa da trekking migliore per il tuo piede!

04/06/2018

La bella stagione è alle porte, le montagne sprigionano colori vivi e profumi intensi: è il momento migliore per uscire di casa ed immergersi nella natura in cerca di pace, tranquillità e attività rigeneranti per rimettersi in forma o tenersi allenati. Camminare fa bene, al fisico e alla mente, e ce n'è per tutti i gusti: vie impegnative e tecniche per i più esperti, passeggiate pianeggianti e sentieri di media difficoltà per chi desidera qualcosa di più facile. La montagna offre una varietà di attività e percorsi davvero incredibili, in grado di soddisfare tutti i tipi di sportivi ed appassionati.
 
Ma c'è una regola fondamentale da seguire: non improvvisarsi. Per affrontare un'escursione, di qualsiasi genere, è bene informarsi, avere una buona preparazione fisica ed il giusto equipaggiamento. Ma soprattutto un occhio di riguardo va riservato alle calzature: prima di partire per un week-end in montagna o per una vacanza nella natura, è indispensabile avere la giusta scarpa da escursionismo.

Ecco alcuni preziosi consigli su come scegliere la scarpa giusta per le tue esigenze.
 
PREMESSE
  • Innanzitutto, non esiste una scarpa migliore in assoluto, semplicemente perché ciascuno di noi ha dei piedi “unici”, con caratteristiche diverse da chiunque altro.
  • Non tutti i sentieri sono uguali e, ovviamente, la scelta della calzatura da montagna migliore dipende dal tipo di terreno che si andrà ad affrontare.
  • Gli escursionisti abituali dovrebbero avere sempre almeno due paia di scarpe:
    • Una più pesante e strutturata, con una buona fasciatura per le caviglie, adatta a climi piovigginosi e freddi.
    • Una adatta a climi caldi., che deve essere traspirante e leggera, garantendo sempre mobilità e libertà di movimento, grazie anche ad una struttura più bassa. Deve sempre però essere in grado di reggere l’urto di suoli rocciosi ed impervi.


Le principali tipologie di scarpe da trekking

​​​Ecco come potremmo suddividere le tipologie di calzature per escursionismo:
  • Le scarpe basse da montagna o gli scarponcini Mid-cut, sono calzature molto comode e leggere, perfette per sentieri facili e ben battuti. Grazie alla loro tomaia, realizzata in pelle e tessuto, offrono traspirabilità e libertà di movimento all’altezza della caviglia. Sono ideali per camminate giornaliere oppure avvicinamenti a sentieri che poi diventano più impegnativi. Spesso sono anche molto utili durante periodi di viaggio diventando fedeli compagne per il viaggiatore moderno. Al giorno d’oggi c’è anche chi le utilizza per camminare quotidianamente in città o andare al lavoro, mostrando con orgoglio un simbolo delle proprie passioni ed hobby personali.
  • Gli scarponi da trekking leggero o hiking, garantiscono maggiore stabilità di appoggio ed una struttura un po’ più rigida, pur rimanendo flessibili e confortevoli per l’utilizzatore. Queste calzature sono l’ideale per escursioni con carichi medi o leggeri su terreni sterrati ed irregolari. Possono essere realizzate con una tomaia in pelle e/o di tessuto e di solito sono equipaggiate con una membrana impermeabile e traspirante.  Con il loro profilo, arrivano normalmente a coprire la caviglia per garantire protezione del piede da agenti esterni ed urti.
  • Se invece avete la passione per terreni rocciosi ed impegnativi, allora l’ideale sono scarponi da backpacking e trekking più strutturati, con solide suole dalle scanalature più profonde e tecnologie appositamente studiate per migliorare le proprie performance. In questo caso il tipo di tomaia ideale è quella in pelle pieno fiore, ma anche il nubuck è molto apprezzato dagli utilizzatori. È consigliabile optare per calzature flessibili, ma che allo stesso tempo offrano un adeguato supporto alla caviglia perché normalmente si prevede il trasporto di zaini pesanti. Molti di questi scarponi sono dotati di fasce di gomma esterna protettive e sono quasi tutti realizzati con membrane impermeabili e traspiranti
Scarpa Zamberlan modello ABC Scarpa Zamberlan modello DEF Scarpa Zamberlan modello XYZ
 
 

Quali caratteristiche deve avere una scarpa da trekking?

  1. LEGGEREZZA E STRUTTURA. Non tutti i sentieri e le attività escursionistiche sono uguali, pertanto bisogna cercare il giusto prodotto che risulti l’ottimo compromesso tra leggerezza e rigidità/struttura per il tipo di utilizzo che intendiamo farne. Per affrontare terreni facili con poco dislivello potrei optare per un prodotto leggero, mentre per sentieri impegnativi ed impervi, magari trasportando uno zaino, dovrei orientarmi verso un prodotto più strutturato e che fornisca supporto alle caviglie.
  2. COMFORT. Una delle caratteristiche fondamentali è il comfort: bisogna sentirsi bene all’interno delle proprie calzature per affrontare camminate ed escursioni. Questo fattore è importante per evitare fastidiosi momenti di dolore ai piedi e per non rovinarsi la giornata. Provate gli scarponi/scarpe prima di acquistarli prestando attenzione alla sensazione che vi trasmettono i piedi infilati nelle calzature.
  3. IMPERMEABILITÀ. In montagna, soprattutto in estate, il tempo può variare nel giro di poche ore, per questo optare per scarpe da trekking dotate di una membrana impermeabile diventa indispensabile per evitare di ritrovarsi con i piedi completamente bagnati in caso di pioggia. Ad oggi GORE-TEX® è il marchio più affidabile che propone diverse tecnologie, che donano anche un’ottima traspirabilità, mantenendo quindi il piede sempre all’asciutto.
  4. IDROREPELLENZA. Da precisare è la differenza tra idrorepellenza e impermeabilità: anche se spesso vengono usati come sinonimi, non lo sono. Una scarpa da escursionismo idrorepellente facilita lo scorrimento dell’acqua ed è sufficiente in caso di pioggia leggera, mentre quando si verificano condizioni climatiche più estreme è opportuno avere calzature impermeabili, resistenti alla penetrazione e all’assorbimento dell’acqua.
  5. PROTEZIONE. Per chi cammina in montagna, una delle esigenze principali è utilizzare scarpe da trekking che mettano al sicuro da distorsioni alle caviglie e altri possibili infortuni. Se si affrontano terreni sconnessi, è consigliabile scegliere calzature che diano supporto alla caviglia ed abbiano un profilo medio- alto (no scarpe basse), in particolar modo quando si percorrono sentieri ripidi, che siano spaziose sulla punta per evitare dolori alle dita.
  6. SUPPORTO DEL CARICO. Nel caso in cui si porti con sé zaini pesanti durante escursioni di più giornate, allora è necessario avere delle scarpe da montagna robuste, flessibili e confortevoli. Ciò consentirà di potersi muovere liberamente, assicurando una protezione sufficiente per impedire infortuni o dolori alla parte plantare o alle caviglie.
  7. LINGUETTA A SOFFIETTO. Un elemento molto utile per evitare che sporcizia, piccoli sassi, acqua o detriti di vario genere si infilino nelle scarpe da trekking durante la camminata, causando fastidio. Si tratta della lingua sulla quale passa l’allacciatura della scarpa/scarpone, che risvoltata e piegata si collega direttamente alla tomaia, non lasciando spazi aperti o fessure.
  8. FASCIA PROTETTIVA. Di solito in gomma oppure in poliuretano, offre una maggiore protezione all’esterno della calzatura, da possibili abrasioni e graffi causate da rocce appuntite. A volte è posizionata solo in punta, mentre in altri casi è applicato su tutto il bordo esterno, fino al tacco. Questa fascia rende le calzature anche più durature.  
Scarpa Zamberlan modello 489 Scarpa Zamberlan modello 123 ​​​​​​​​​​​
 
 
 

​​​​​​​Quando le scarpe da trekking calzano alla perfezione?

Provare gli scarponi da montagna prima di un’escursione è una regola fondamentale e altrettanto importante è sapere quando questi sono ideali per il tuo piede. Ci sono alcuni accorgimenti che ti possono aiutare ad individuare la soluzione migliore:
  • Provare le scarpe da escursionismo nel tardo pomeriggio, quando i piedi hanno raggiunto la loro massima dimensione.
  • Testarle con calzini adatti e che di solito si utilizzano per l’attività scelta.Se dovete utilizzare i plantari anatomici, controllate che calzino bene all’interno della calzatura
  • È necessario provarle anche in movimento, provando a camminare all’interno del negozio o, se possibile, testandole su diversi tipi di terreno, in salita e discesa, almeno per qualche minuto.
  • Fate attenzione alla sensazione durante una prova in movimento (ad es. camminare all’interno del negozio) per evitare di sentire lo sfregamento del tallone con l’interno dello scarpone, in modo tale da evitare la formazione di eventuali fastidiose vesciche
  • Da non trascurare: le dita dei piedi devono avere il giusto spazio di movimento all’interno delle scarpe da trekking


​​​​​​​Ora sei pronto per scegliere le tue scarpe da escursionismo: non aspettare altro tempo, visita il nostro shop online e decidi qual è il modello che fa al caso tuo!